Mongolia

 icona trekking cultura

Terra leggendaria

Agosto 2018

Stretta tra due grandi nazioni, l’ex Unione Sovietica e la Cina, la Mongolia è una terra ai più sconosciuta.

Alle foreste del nord, le ultime propaggini della taiga siberiana, si succedono vaste distese verdi che trapassano gradatamente a sud nelle steppe aride, nelle pietraie e nelle dune di sabbia del deserto del Gobi.
In questo paese, ovunque, non ci si può che meravigliare della rigogliosità della natura. In Mongolia sopravvive ancora una cultura tanto diversa dalla nostra e viaggiare in questa terra con l’umiltà di chi sà che da una cultura così antica e da gente semplice non c’è che da imparare significa accrescersi enormemente.

Itinerario

1° giorno
Italia – Ulaanbaatar
Ritrovo nelle località previste, per transfer verso l’aeroporto. Volo notturno con scalo.
2° giorno
Ulaanbaatar – Hongo Khaan (circa 300 km)
Arrivo a Ulaanbaatar, ritiro dei bagagli e disbrigo delle formalità di frontiera. Incontro con il nostro personale locale e partenza per il vostro viaggio in Mongolia. Giornata di trasferimento dalla capitale al parco di Hongo Khaan.
Questo parco si trova a metà strada tra Ulaabaatar e Kharkhorin e si estende per circa 46.000 ettari.
Al suo interno potremo ammirare bellissimi panorami e incontrare alcune delle specie di fauna residenti, come ad esempio alcune specie di aquile, cervi nobili e lupi. Cena e pernottamento in gher
3° giorno
Hongho Khan – Erden Kamba - Karakorum | Trekking ca. 3 ore
Prima colazione al mattino presto. Trekking in Elsen Tasarkhai, spettacolari dune di sabbia con le rocce purpuree delle montagne, il verde intenso delle praterie e il giallo ocra della sabbia incandescente, che incantano l’occhio del turista, ammaliato dalla potenza selvaggia del paesaggio alternata all’armonia di colline, ruscelli e salici. Visiteremo il Monastero Erdene Khamba e Uvgun on la sovrapposizione di stili: cinese, indiano, tibetano e mongolo. Nel XVII secolo il monaco mongolo Erdenetsorj costruì un altro tempio riservato ai “berretti rossi”, scuola tibetana avversa a quella tradizionale dei berretti gialli. Il monastero subì devastazioni, prima nel 1688 durante la guerra tra Khalkha e Oirati, con l’uccisione di tutti i monaci e poi, una volta trasferito il monastero, nel 1937 il regime comunista devastò di nuovo i monasteri sterminando i lama.
Nel 1992 i templi sono stati restaurati e oggi sono visitabili. Partenza per karakorum per le ore di cena. Pernottamento in campo gher.
Cena e pernottamento in gher.
4° giorno
Karakorum – Tsaagan Sum –Khujirt (85 km trasferimento | Trekking circa 3 ore
Prima colazione. All’incrocio delle strade della Via della Seta, visiteremo Karakorum, la leggendaria città Imperiale di Genghis Khaan, centro politico, culturale ed economico dell’Impero Mongolo nel XIII secolo.
Restano le tracce di monumenti significativi quali le grandi Tartarughe di granito (solo due sono ancora visibili) che indicavano l’ingresso ai vari palazzi della capitale e avevano la funzione di proteggere la città (la tartaruga era considerata simbolo di eternità).
Di questa mitica capitale resta poco, se non le rovine del Palazzo di Ogoodei Khaan. Proseguiremo verso Erdene Zuu, un interessante museo e i resti del monastero, due siti che ogni giorno richiamano fiumi di turisti. Il Museo è considerato il migliore al di fuori di quelli della capitale e conserva all’interno preziosi manufatti risalenti a XIII e XIV secolo oltre a reperti archeologici e oggetti che ripercorrono la storia della Mongolia. Degno di nota : 108 stupa !!! che è numero sacro per i buddhisti e per altre religioni orientali.
Dopo aver visitato le sorgenti calde di Tsaagan Sum proseguiremo per Khujirt, quieto paesino dove gli yak pascolano liberi.
Pernottamento in gher.
5° giorno
Khujirt – Orkhon (60 km trasferimento | Trekking circa 3 ore
Prima colazione. Partenza per il trekking fino al Tempio Tovkhun, la “Terra della Felice Solitudine”. Lo spettacolare monastero fu costruito sulla cima della montagna nel 1653 da Undur Gegeen Zanabazar, il primo Bogd Khaan che vi si stabilì per ben 30 anni, come luogo per la meditazione e per la creazione delle sue opere d’arte. Circondato da verdi foreste e montagne che superano i 2.000 metri, è meta di pellegrinaggio da parte della popolazione locale. Il coinvolgente circuito spirituale si snoda attraverso 16 luoghi sacri: i 5 templi, costruiti in legno, le grotte sacre, l’ovoo, l’impronta lasciata nella roccia da Zanabazar, le pietre sacre.
In questo luogo Zanabazar creò il Soyombo, il simbolo della Mongolia moderna, e ideò l’omonimo alfabeto.
Il panorama che si gode dal monastero sulle vallate e sulle montagne è di impareggiabile bellezza e di straordinario impatto emotivo.
Cena e pernottamento gher vicino alla cascata Orkhon.
6° giorno
Cascata Orkhon
Prima colazione e partenza per trekking non difficoltoso verso la Cascata Orkhon. La ricca vallata di pascoli è uno degli emblemi del Paese, iscritto al Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 1992. Terra di nomadismo dove gli sconfinati paesaggi naturali e le tradizioni ancestrali delle numerose famiglie di allevatori sono rimasti quasi come al tempo di Marco Polo.
Le yurte sono ancora le loro case, gli uomini e le donne continuano a percorrere con le loro mandrie l’immensità della steppa, il bianco khumis è tuttora la loro bevanda quotidiana, le loro feste sono legate alla terra, alle usanze nomadi, agli spostamenti del bestiame, alle spettacolari corse di cavalli.
In un ambiente incantevole che nei secoli non ha cambiato le sue regole di vita, dove l’ospitalità è un piacere innato e non un dovere, tutto appare con dimensioni diverse, quasi senza tempo. Cena e pernottamento in gher.
7° giorno
Naiman Nuur | 40 km minivan + trekking circa 5/6 ore
Prima colazione. Partenza verso Naiman Nuur , riserva naturale con paesaggi tipici delle alte montagne della Mongolia e grandi foreste di larici. L’area contiene “Otto laghi”, formata lungo i secoli da eruzioni vulcaniche ed è ottima zona per trekking, visiteremo Khuisiin Nuur.
Raggiungeremo il campo a piedi (portare zaino con necessario per notte).
Cena e pernottamento in gher senza docce
8° giorno
Naiman Nuur – Shireet Nuur | Trekking circa 4/5 ore
Prima colazione. Trekking fino al bellissimo lago Shireet nuur, il più spettacolare di tutto il parco.
Pernottamento in gher con bagno e docce
9° giorno
Shireet Nuur - Arvaikheer | 120 km bus
Prima colazione. Partenza per Arvaikheer – visita del museo locale, del mercato locale e della missione di Padre Giorgio Marengo, il quale è un giovane missionario che ha scelto di aiutare il pacifico popolo mongolo.
Anche se i nostri tour sono di estrazione laica e crediamo che la Mongolia debba restare legata alle proprie radici buddhiste-lamaiste, se non addirittura sciamaniche, abbiamo però verificato di persona lo straordinario lavoro sociale e culturale dei missionari cattolici in Mongolia e di quanto stretto sia il legame con le autorità religiose locali, all’insegna della tolleranza più costruttiva. Cena e pernottamento in hotel
10° giorno
Arvaikheer - Ulaanbaatar | 350 km di trasferimento
Prima colazione. Partenza per Arvaikheer – visita del museo locale, del mercato locale e della missione di Padre Giorgio Marengo, il quale è un giovane missionario che ha scelto di aiutare il pacifico popolo mongolo. Anche se i nostri tour sono di estrazione laica e crediamo che la Mongolia debba restare legata alle proprie radici buddhiste-lamaiste, se non addirittura sciamaniche, abbiamo però verificato di persona lo straordinario lavoro sociale e culturale dei missionari cattolici in Mongolia e di quanto stretto sia il legame con le autorità religiose locali, all’insegna della tolleranza più costruttiva. Cena e pernottamento in hotel
11° giorno
Ulaanbataar – Parco Nazionale Terelj-Gorkhi | 90 km di trasferimento – trekking circa 3 ore
Prima colazione e partenza il Parco nazionale di Terelj Gorkhi. Istituito nel 1993, il parco Terelj è un sito pittoresco ricco di rocce dalle forme bizzarre, grotte e fiumi dalle pure acque cristalline. Esteso su 286.400 ettari di territorio, il Parco offre degli scenari di rara bellezza. La fauna di questa zona comprende più di 250 specie di uccelli e, tra gli animali più rari, l’orso bruno.
Vedremo un tempo buddhista e la statua equestre di Gengis Khan, costruita nel 2008 in occasione dell’800° anniversario della fondazione della Mongolia dell’Impero, in onore del suo fondatore.
Questo enorme statua in acciaio pesa 250 tonnellate ed è di 40 metri (è la statua più alta in tutto il mondo, che rappresenta un uomo su un cavallo). Cena e pernottamento in gher
12° giorno
Terelj - Ulaanbaatar | 90 km di trasferimento - Trekking circa 3 ore
Prima colazione. Al mattino tempo a disposizione per un’ulteriore escursione trekking. Visita al monastero Aryabal, uno dei più bei monasteri mongoli e rientro nella capitale. Visita di Chinggis Square, la piazza centrale della capitale. Al centro si trova una statua equestre di Damdin Sükhbaatar, uno dei leader della rivoluzione Mongola del 1921, il Saaral Ordon - Palazzo del Governo- .
La visita prosegue al Gandan Khiid, uno dei più importanti monasteri del paese, dove venne ospitato il tredicesimo Dalai Lama durante la sua permanenza in Mongolia nel 1904. All’interno spicca l’enorme statua di Migjid Janraisig, il dio protettore del popolo delle steppe.
Prima di cena parteciperemo a un concerto di musica tradizionale mongola. Cena e pernottamento all’hotel Platinum o similare
13°/14° giorno
Terelj - Ulaanbaatar | 90 km di trasferimento - Trekking circa 3 ore
Prima colazione. Ultime visite della capitale della Mongolia. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e volo notturno di rientro in Italia. Ritiro bagagli e transfer dall’aeroporto verso le località di partenza.
Arrivederci! 

Mappa

La quota comprende

  • Transfer da / per le località di partenza in Italia;
  • Volo aereo con scalo, incluso di valigia 20 kg
  • Trasferimenti in minivan coreano 4x4
  • Pernottamento in camera doppia / twin con servizi privati in hotel e gher da due persone con servizi igienici esterni (a Naimaan Nuur non esistono docce a disposizione)
  • Trattamento di pensione completa dal pranzo del secondo giorno alla colazione del 14° - acqua ai pasti inclusa - i pranzi sono intesi come box lunch;
  • Guida locale parlante italiano;
  • Ingressi nei monumenti indicati nel programma
  • Concerto di musica tradizionale a Ulaanbaatar
  • Visto turistico
  • Assicurazione medico bagaglio

La quota non comprende

  • Entrate non indicate come comprese;
  • Pasti e bevande non indicati come compresi
  • Extra personali
  • Tutto quanto non indicato come compreso

Assicurazione

Contratto di Viaggio

Informazioni

Note: richiesto passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, data rientro viaggio.

Download

Le vostre impressioni

logo2

LA PALMA s.a.s. di Faitelli Michele
Piazza III Novembre, 6
38062 Arco – TN
Tel.: 0464 518177
C.F. e P.I. 01317140224

Seguici su 

fbook yt instagram

Perchè Sceglierci

  • Per viaggiare a "Ritmo Lento"
  • Per viaggiare in compagnia
  • Per viaggiare in sicurezza
  • Hotels scelti e testati da noi
  • Per avere zero pensieri