Basilicata

  trekking cultura mare

Pollino e Matera

Ottobre 2018

Ammireremo i paesaggi alpini del Pollino con i Pini Loricati millenari, “fossile vivente” da un punto di vista evolutivo.
Il nucleo presente in Italia, unicamente nel Parco Nazionale del Pollino, viene considerato il relitto di una estensione in epoche remote più ampia;

la lince del Pollino, lo scoiattolo nero, la lontra; le faggete vetuste, lecci, aceri. I centri storici dell’area del Pollino sono ricchi di opere poco conosciute e nascoste: la sedimentazione storica greca, latina e di numerosi altri popoli hanno lasciato piccole tracce nei dialetti, nelle tradizioni, nell’arte e nell’architettura.
Attraversando le colline calanchive e aride del Materano, ci sposteremo fino all’affascinante e complessa Città dei Sassi : Matera , con la sua architettura irripetibile; una città tra le più antiche del mondo il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani a partire dal paleolitico e rappresenta una pagina straordinaria scritta dall’uomo attraverso i millenni.

Difficoltà: FACILE

 

Itinerario

1° giorno
Italia >Arco – Maratea/Maratea
Partenza in serata con pullman riservato, cena lungo il percorso. Arrivo a Maratea al mattino della domenica.
2° giorno
Maratea centro storico al panorama sul Redentore fino al porto
All’arrivo faremo la prima colazione e visiteremo la cittadina di Maratea.
Dal Centro storico di Maratea ci si inerpica per lo stretto sentiero immerso nella macchia mediterranea fino alla Madonna degli Ulivi e infine attraversando il vertiginoso antico centro di Maratea si raggiunge la statua del Redentore.
Da questo punto si può ammirare l’intero Golfo di Policastro e nelle giornate più limpide si vede anche lo Stromboli.
Dopo aver goduto lo splendido panorama sulla costa si scende a Maratea per un’altra via e si può raggiungere il Porto o la Marina di Maratea per un rinfrescante bagno.
Cena e pernottamento in hotel/ Maratea
3° giorno
Le Faggete della Coppola di Paola (m 1919) - Policoro
Prima colazione e rilascio camere.
Forse la faggeta più bella del Pollino di recente, grazie ad uno studio dell’Università della Tuscia, riconosciuta come patrimonio dell’Unesco.
Si attraversano selvaggi lembi di faggete vetuste, forse che non hanno subito nell’ultimo secolo tagli forestali, camminando su un percorso libero senza vedere mai il cielo, con a terra faggi schiantati e lasciati al loro naturale destino.
Si incontrano alberi maestosi e in vetta si vedono panorami sconfinati: i Massicci del Pollino e dell’Orsomarso, la Sila, la Basilicata tutta e le Isole Eolie.
Escursione impegnativa a causa di tratti fuori sentiero. Arrivo a Policoro, cena e pernottamento in hotel.
4° giorno
La Serra delle Ciavole: il Cimitero dei Pachidermi (2130) - Policoro
Prima colazione. Sicuramente la più bella escursione per l’estensione del panorama e l’unicità dei paesaggi. Escursione lunga ma di media difficoltà.
Si racconta che gli Elefanti, vicini alla fine della loro vita, vadano a morire nei cosiddetti “cimiteri degli elefanti”.
La prima volta che camminai a Serra delle Ciavole (1981) ebbi l’impressione di camminare in un cimitero di elefanti e per questa ragione usai l’espressione “Cimitero dei Pini Loricati” proprio perché sembrava che i nostri pachidermi arborei, come gli elefanti, facessero la stessa cosa.
Una escursione unica, arricchita dal fascino dei Piani di Pollino che bisogna attraversare godendone l’intera spazialità. Rientro, cena e pernottamento in hotel.
5° giorno
Policoro, Aliano & Craco
Prima colazione in hotel e trasferimento alla Cittadina di Aliano famosa per aver ospitato i fatti narrati nel libro “Cristo si è fermato a Eboli” da Carlo Levi.
Ci si inoltra per un percorso che attraversa il paesaggio semidesertico dei calanchi, formazioni argillose dovute all’azione estreme della pioggia e della siccità.
Nel centro storico si visiterà il museo dedicato a Carlo Levi.
Visita guidata a Craco, il famoso paese abbandonato negli anni 80 a causa di una grossa frana: il centro storico è oggetto di grande interesse cinematografico come location per film e spot pubblicitari.
Rientro a Policoro. Cena e pernottamento.
6° giorno
Matera e La Murgia Materana
Dopo la prima colazione, rilasceremo le camere.
Visita guidata ai Sassi di Matera.
Patrimonio dell’Unesco e Capitale della Cultura nel 2019 è in assoluto una delle più belle testimonianze di civiltà rupestre in Italia, che senza soluzione di continuità per millenni ha utilizzato cavità scavate nella roccia come abitazioni e luoghi di culto fino agli anni ‘50.
Visione dell’installazione multimediale di Casa Noha.
Escursione nella gravina di Matera immersi nella vegetazione mediterranea con soste nelle fresche grotte scavate nella roccia, fino a Murgia Timone dove si può godere un fantastico panorama completo sulla città.
Rientro, cena e pernottamento in hotel.
7° giorno
Matera – Arco
Prima colazione in hotel e rientro ad Arco.
Arrivederci!!!
 

Mappa

La quota comprende

  • Viaggio in pullman riservato da Arco per tutto il periodo
  • Sistemazione in hotel semplici 3 stelle in camera doppia con trattamento di mezza pensione (dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo giorno)
  • Guide e accompagnatori come da programma
  • Assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende

  • Pranzi
  • Bevande ai pasti
  • Tasse di soggiorno
  • Assicurazione annullamento
  • Extra in genere e tutto quanto non espressamente indicato.

Assicurazione

Contratto di Viaggio

Informazioni

Download del programma

Le vostre impressioni

logo2

LA PALMA s.a.s. di Faitelli Michele
Piazza III Novembre, 6
38062 Arco – TN
Tel.: 0464 518177
C.F. e P.I. 01317140224

Seguici su 

fbook yt instagram

Perchè Sceglierci

  • Per viaggiare a "Ritmo Lento"
  • Per viaggiare in compagnia
  • Per viaggiare in sicurezza
  • Hotels scelti e testati da noi
  • Per avere zero pensieri